37 Comments

  1. Tensioni di stagione.
    😉 C’è ‘Baruffa’ nell’aria!
    Oh, volenti o nolenti i feromoni si stanno svegliando e spandendo, per chi ha certe “sensibilità” è impossibile non sentirli.

  2. Eh.

    Ti capisco.

    Non sai quanto.

    Che vuoi, sarà la primavera.

    Come se nelle altre stagioni fosse diverso 😜

  3. Vi rammento solo velocemente che il periodo di estro della specie umana non subisce stagionalità (al massimo una sospensione di qualche giorno al mese nella femmina), et anzi in caso avessimo (nuovamente come negli albori) una stagione precisa sarebbe in autunno, in modo che i cuccioli verrebbero al mondo grossomodo in primavera, con aumento di disponibilità di cibo per l’allattamento.

    Tradotto:
    Non tirate in causa la povera primavera per giustificare la vostra maniacalità 😛

    P.s. Il tono del messaggio è divertito, non da professorina precisina in cattedra
    P.p.s. Anche se non si lamenterebbe nessuno ad avermi come professorina alla (sulla) cattedra) XD

    1. 😑 Le ricordo, signora professoressa, che sul divenire dell’autunno la maggior parte dei soggetti femmina della cosiddetta specie umana tende a essere soggetta a muta e a indossare per quella e la successiva stagione un manto di colori improponibili e di caratteristico coriaceo sentore al tatto definito ‘pigiamone di flanella’ o altrimenti detta ‘mise antistupro’ o ‘smorzalibido’.
      Poi, non si sa come, sul divenire della primavera sembra del tutto sparire, per far posto a altrettante improponibili mise di senso opposto… ma almeno danno la possibilità di ammirare cosa stava sotto a quei pignoni.
      Certo che però il meglio è sempre… oltre la back yard!

      1. Io ce l’ho quel pigiama!!! È una tuta in stile pompiere rossa, con un coniglio sulla spalla!! È bellissima, morbidosa e calorosa!!😂😂😂

        1. Chiedo formalmente una tua foto con la suddetta tutina.
          Grazie.

        2. 😒 Ecco, appunto… c’è qualcuno che in questo momento fa “caiiin… caiiin… caiiin…”.
          🤣🤣🤣🤣

          1. Anche la mia bisessualità ha vacillato.

          2. Chanel n° 5 immagino per te Vik. 😉 ;-*

          3. Da Marzo in poi, io in casa giro solo in mutande ed eventualmente una canottiera…
            Se non direttamente alla “cazzo me lo fa di vestirmi? Io vedo la vagina della gatta tutti i giorni, non si sconvolgerà per la mia”.
            Da quando sono senza coinquilini posso tornare a farlo <3

            (O meglio tornare a farlo senza erezioni e imbarazzi)

            La mia tenuta invernale per stare in casa e dormire è costituita da maglie a maniche lunghe che arrivano fino al culo, mai molto larghe, e mutande.
            Se fa molto molto freddo, cioè non in questo Paese, aggiungo pantaloni.
            Ho un pigiama pesante che uso tipo quando sto male, ma devo proprio avere brividi da febbre e stazionare con la testa nel cesso, è un sostituto delle lenzuola, tipo. XD

            Il tutto monocromatico. Sono noiosissima, neanche un gattino o un ponpon.
            Ho scoperto relativamente tardi l'esistenza dei pigiami, e non li ho mai sopportati, finisce sempre che li levo mentre dormo, o butto in giro le lenzuola per il caldo.

            Ci pensa mia sorella con i suoi pigiama di pile arcobaleno -letteralmente- alla quota pigiamosa raccapricciante.
            Ti entra in cucina e puoi solo dirle "gli unicorni non si avvicinano solo alle vergini? Cosa fai da me?"
            (Mio padre stava soffocando nel caffè la volta che l'ho salutata così)

          4. Nel letto? Nulla assolutamente, da quando ho iniziato a fare cosi ho sempre dormito d’un bene, senza roba che ti si arrotola addosso.
            Il pigiama solo in ospedale!

    2. Io non mi lamenterei di certo a seguire le tue lezioni!! Soprattutto se ti immagino con occhiali da professorina, camicetta sbottonata, gonna, reggicalze e tacchi a spillo! 😍
      Ogni volta tiri fuori il lato saffico della sottoscritta!!😂😂

      1. Preferisco le autoreggenti, per il resto sono io in tenuta d’ufficio. XD

    3. Buonasera professoressa, so che già ieri ho avuto un colloquio con lei riguardo mio figlio, così come l’altro ieri e il giorno ancora prima, ma non sono sicuro di aver capito cosa mi ha detto, anzi, sinceramente, non ricordo nulla. Potremmo vederci? È urgente, grazie.

      Firmato padredotatissimo83.

      😂

      1. Buonasera padredotatissimo, la rassicuro subito: non si è perso alcuna parola da parte mia, poiché mi hanno insegnato che non si parla con la bocca piena.
        In ogni caso, laddove trovasse necessario discutere nuovamente di suo figlio, può venire su… Emh… Da me nel mio ufficio

  4. Manco io uso i pigiami e vado in giro in mutande (perché i miei non vogliono la figa all’aria, non è buon gusto -.-“)…ma d’inverno, per andare in giro per casa, Ho bisogno di coprirmi per avvolgermi nel caldo! Poi a letto mi metto nuda sotto il piumone ahahah

    1. Ah beh, così è ancora passabile, ma giusto perché stai coi tuoi.
      Altro caso se gira il manzo per casa. 🤣🤣🤣

    2. Quando nevicava io ero a bere il caffè del mattino sul terrazzo in mutande e magliettina a maniche lunghe. Tsè, avvolgersi nel caldo, sopra i -20 non è freddo.

      1. Concordo!
        Come si stava bene a svegliarsi con la brina sul bordo delle lenzuola…
        Un po’ meno a uscire dalle lenzuola per andare al cesso fuori nel cortile. 🤣🤣🤣
        Oh, tutto vero!

        1. Perché non dovrebbe? Basta essere nati negli anni cinquanta e avresti, anche in Italia, visto l’epoca dei cessi nei cortili.
          O anche nascere adesso in certi villaggi rurali di molte parti del Mondo.
          O andare a casa di campagna dei nonni, il cesso non è in mezzo al nulla solo perché di fianco c’è il magazzino con la bonza della nafta del riscaldamento. Una goduria proprio.

          Io sto bene al freddo, e dove vivo in Italia non ce n’è un granché, quindi sono quasi felice di sentire la pelle che pizzica aria gelida di quell’unica giornata di due centimetri di neve.
          La sensibilità al freddo, al di là della dispersione termica, è soggettiva.
          Io sto bene a sentire il freddo. A tenere la finestra aperta certe notti invernali, sotto le coperte.
          Per altro cosa sanitariamente suggerita, dato che il freddo uccide microrganismi nell’aria. In Europa del nord fanno lezione fuori ai bambini quando c’è la stagione invernale.
          E cosa si fa in Italia in scuole, ospedali, case di riposo in cui girano facilmente microrganismi che godono di caldo e umido?
          Riscaldamenti a settanta gradi e umidificatori.

          Sai cosa? Devo lavorare tutta notte, posso farmi una pausa caffè in terrazzo, prima che inizi la stagione dei trentacinque gradi anche di notte e la voglia di dormire in freezer.

          1. No, vabbè io sono calorosa…ma non sono ai tuoi livelli Over 9000!
            Io ho bisogno del caldo afoso, quello tropicale che ti porta a spogliarti e sudare lo stesso! 😀

  5. Voi la fate venire la voglia!
    Basta leggere i vostri commenti e vengono i ‘cattivi’ pensieri

    1. Siamo qui per questo. 😛

    2. In effetti siamo su un sito di erotismo, racconti erotici, cazzi, fighe e chi più ne ha più ne metta…se non la creiamo noi la voglia… 😉 😂

    3. In effetti siamo su un sito di erotismo, racconti erotici, cazzi, fighe e chi più ne ha più ne metta…se non la creiamo noi la voglia… 😉

      1. Mi fate morire ragazze
        Non voglio essere volgare ma sapete quanto sperma avete fatto eruttare ai vari ragazzi?

        1. Sinceramente, quando vado con un ragazzo, non sto a calcolare il quantitativo di sperma, visto che in ogni caso lo ricevo da qualche parte dentro il corpo 😅
          E per invece quelli che non incontro di persona, Mark Zuckerberg non ha ancora inventato un’app “Spermografa” 😂

          1. Sempre dentro lo ricevi? 🙂

        2. “sapete quanto sperma avete fatto eruttare ai vari ragazzi?”
          Se ti riferisci a tutto quello suscitato in amici, vicini, compagni di scuola, conoscenti, coinquilini… insomma tutte le pippe che potrei aver scatenato in vita mia…
          No, ovviamente di quello sono all’oscuro per ovvie ragioni. XD
          Immagino diverso, un po’ per egocentrismo, un po’ per calcolo probabilistico.

          1. Sicuramente ce ne è parecchio di mio 🙂
            …e scommetto anche di blubear ahah

          2. Basta così poco? Wow, chissà se mi metto a provocare sul serio. XD

          3. Cosa saresti capace di fare?

          4. Un mio amico, non molto tempo fa, mi ha assicurato che sono in tanti a farsi le seghe pensandomi oppure sulla foto del mio Instagram…lui compreso!
            Io avevo in mano il suo cellulare…era appiccicoso…non so sapevo se dare fuoco al telefono o tirarglielo in testa 😂

          5. che foto metti su instagram?
            posso avere il tuo instagram? Voglio scoprire se il mio cellulare è impermeabile ahah

  6. Veramente il mio Instagram è roba privata

    1. quindi me lo mandi privatamente? 😉

      1. “cosa saresti capace di fare?”
        Per provocare? Scusami, mi basta scrivere che non uso pigiami e già questo dici ti provoca persino eiaculazioni, e supponi persino a quanti altri oltre a te…
        Direi che non mi serve fare altro per provocare reazioni altrui. XD

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*
*