Tagliamoci il pene…con tanto dolore!

di Alba6990

Buongiorno, buon pomeriggio, buonasera e buonanotte! Cazzo, non vi abbandono nemmeno quando sono a ballare in discoteca! E siccome oggi ho letto un racconto orribile sulle mutilazioni genitali, rimaniamo in tema e spostiamoci nell’Alcatraz di Madre Natura: l’Australia!

Gli ebrei si circoncidono, si fanno tagliuzzare il prepuzio. Fin qua, tutto normale. E se vi dicessi che la tribù aborigena dei Mardudjara lo fa in un modo…singolare?

La rimozione del prepuzio simboleggia un vero e proprio rituale di iniziazione per il maschio e la sua purificazione avviene attraverso il dolore. Infatti, i metodi usati per questa circoncisione sono totalmente primitivi, in modo che l’operazione risulti dolorosa. Una volta rimosso, il prepuzio viene mangiato dal suo “proprietario”.

Ma non basta! Quando la ferita è guarita, il pene viene tagliato in senso verticale e il sangue che ne fuoriesce viene lanciato nel fuoco!

Ahia! Io ho sofferto per essere atterrata a gambe aperte sulla trave a ginnastica artistica quando ero piccola! E questo si tagliano il cazzo in maniera violentissima! Una medaglia per il coraggio? Gliela diamo?

Spero che anche questa puntata vi sia piaciuta, io torno in pista e poi mi faccio un salto al briosciaro! Buona serata a tutti e alla prossima!

Share this Post

About Alba6990

Ciao, mi chiamo Alba6990… o almeno, questo è il mio nome su Internet. In realtà il mio nome non c’entra niente con “Alba” e 69 e 90 non rappresentano la mia data di nascita, semplicemente mi piacciono moltissimo… chissà per qual motivo! Sono una ragazza che ama qualsiasi tipo di arte, ma soprattutto sono amante della cinematografia, dei romanzi e della scrittura ed è proprio questo amore per la scrittura che mi ha portata, nel 2016, a provare a scrivere il mio primo racconto erotico. L’ho fatto quasi per gioco, ma adesso non riesco proprio più a farne a meno! Credo di scrivere dei racconti abbastanza belli, o almeno… così mi hanno detto… non mi piace giudicarmi senza ascoltare le “critiche” degli altri. Per quanto riguarda il tema dei miei racconti, quindi il sesso, posso semplicemente dire che lo considero anch’esso una forma d’arte. Per chiunque volesse contattarmi può farlo scrivendomi su palmierilaura79@gmail.com (e no, manco quello è il mio nome o la mia data di nascita reale ahah)

4 Comments

  1. Questa è…
    Tagliarselo in senso verticale??
    Cos’è, ne vogliono due?

    1. Mi stanno venendo alla mente immagini brutte…! Ahahah e comunque, l’analisi del “racconto incrimanto” di Luca 31 sulle mutilazioni, da parte dello psicologo che ho interpellato, è la seguente: è un coglione! Non è uno che si eccita con le mutilazioni, ma semplicemente un sadico a cui piace instillare terrore, dolore e disgusto con i suoi scritti!

      1. Infatti non aveva senso.
        Il bello (si fa per dire) è che ragiona talmente fuori dalla logica da togliere la fonte stessa del proprio piacere. Boh.

        1. Quell’essere si è “evoluto” al di sopra di ogni logica😂😂😂

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*
*