Strane Stranezze – Attack FROM Titan

Alba6990/ Settembre 28, 2018/ Alba6990, Rubriche, Strane Stranezze/ 0 comments

Questa è la parte 27 di 35 della serie Strane stranezze

di Alba6990

Buongiorno, buon pomeriggio, buonasera e buonanotte! Ben tornati nella rubrica che va a stanare le perversioni sessuali più strane della mente umana. E comincio questa puntata con una domanda: qualcuno di voi conosce un videogioco per PS2 intitolato “Demolition Girl”? Prodotto in Giappone, la sua trama è semplice quanto cretina: una modella si trova su un’isola per un servizio fotografico, vede una strana bestia sconosciuta all’uomo (scambiandola per una medusa…con braccia, chele e occhi fluo…ma porca putta…), la tocca (?! ma doppio porca putta…) e, siccome la creatura è un alieno (ma va?!?!), questa svegliona diventa una gigantessa che balla in giro distruggendo tutto. Un videogioco decisamente mediocre dal punto di vista del gameplay, della durata, della difficoltà, delle missioni quasi tutte uguali alle altre e altri motivi. Eppure…questo videogioco ha fatto un discreto successo non solo in Giappone, ma anche in Europa e America!

”È tutto INTERESSANTISSIMO, Alba, ma che cosa cazzo c’entra questo con la puntata?” Adesso ci arrivo: il motivo per cui questo gioco è diventato “famoso” è proprio la gigantessa. Perché la MACROFILIA e il CRUSH FETISH sono la risposta alla domanda di come questo videogioco sia conosciuto oltreoceano.

La Macrofilia è una parafilia che consiste nell’attrazione sessuale verso i giganti, con l’idea, da parte dell’individuo macrofilo, di “rimpicciolirsi” per essere sopraffatto dalle dimensioni del partner. In genere, questa perversione ricade nel campo sadomasochista o feticista. Infatti, il feticcio risiede proprio nell’est dimensioni delle varie parti del corpo, principalmente piedi, bocca, tette, mani. In genere, i macrofili, sono uomini eterosessuali che si sottomettono alla donna, poiché attratti dalla figura dell’amazzone. Alle volte, la Macrofilia può anche richiamare a una sorta di venerazione per qualcosa di sacro come le dee.

Ovviamente, non è possibile realizzare un coito con un gigante (nonostante in giro ci siano dei pali della luce! Fossi macrofila, il mio primo pensiero sarebbe la squadra degli LA Lackers), per questo si ricerca soddisfazione attraverso la fantasia, soprattutto la lettura di manga o i videogiochi.

Generalmente, i macrofili associano questa perversione alla vorarefilia, ovvero il voler essere mangiati. Ma di questa parafilia ne parlerò la prossima volta.

Un piccolo escamotage, se così possiamo definirlo, per rendere il sesso con una gigantessa qualcosa di più reale di una semplice fantasia è il Crush Fetish (oltre che a farsi scopare da una tizia particolarmente alta): il Crush Fetish è una forma di feticismo che consiste nel vedere qualcuno o il proprio partner calpestare oggetti o animali. La maggioranza delle volte, vengono usati i piedi (con magari scarpe dai tacchi vertiginosi), ma altre ci si può sedere sopra.

Personalemente, so benissimo a chi potrei rivolgermi se fossi macrofila: negli aeroporti statunitensi ci sono dei poliziotti e delle guardie (sia uomini che donne) che no degli armadi! Altrimenti…LeBron James, arrivo!

Piccolo avvertimento per gli amanti del Crush Fetish: è illegale in Itali, Regno Unito e Stati Uniti produrre e vendere foto e video dove si calpestano insetti, roditori e piccoli animali domestici. Oltre ad essere condannati dagli animalisti, sareste delle persone di merda! Come si fanno a calpestare dei poveri animali?! Che cosa vi hanno fatto di male?! Gli animaletti hanno solo bisogno di coccole e amore!

…c’è fin troppa gente che fa il Crush Fetish con gli animali! E ci sono fin troppe immagini su Internet! Ma non le possono togliere?! Come cazzo si fa ad ammazzare e ridurre in poltiglia un coniglietto…? Vi invito a non cercare immagini di Crush Fetish, vi verrebbe da piangere come alla sottoscritta…

Spero che anche questa puntata vi sia piaciuta! Ci vediamo settimana prossima con un’altra Strana Stranezza!

Series Navigation<---| Strane Stranezze – Scopate a freddoStrane Stranezze – NO ai corsetti |--->

About Alba6990

Ciao, mi chiamo Alba6990… o almeno, questo è il mio nome su Internet. In realtà il mio nome non c’entra niente con “Alba” e 69 e 90 non rappresentano la mia data di nascita, semplicemente mi piacciono moltissimo… chissà per qual motivo! Sono una ragazza che ama qualsiasi tipo di arte, ma soprattutto sono amante della cinematografia, dei romanzi e della scrittura ed è proprio questo amore per la scrittura che mi ha portata, nel 2016, a provare a scrivere il mio primo racconto erotico. L’ho fatto quasi per gioco, ma adesso non riesco proprio più a farne a meno! Credo di scrivere dei racconti abbastanza belli, o almeno… così mi hanno detto… non mi piace giudicarmi senza ascoltare le “critiche” degli altri. Per quanto riguarda il tema dei miei racconti, quindi il sesso, posso semplicemente dire che lo considero anch’esso una forma d’arte. Per chiunque volesse contattarmi può farlo scrivendomi su palmierilaura79@gmail.com (e no, manco quello è il mio nome o la mia data di nascita reale ahah)

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*
*