Ritorna dopo mesi la rubrica “se al Pc ci fosse uno specchio”. Un breve riassunto di come funziona? Bene: immaginate che quando vi sedete al computer a leggere racconti erotici, o a scriverne, quando sfogate il vostro “io” sessuale, il computer divenga per qualche ragione uno specchio, e sul vetro si rifletta l’immagine del vostro io erotico. Come sarebbe? Cosa mostrerebbe tra i riflessi questo specchio?
E perché non mostrarlo? Basta una foto con un paio di righe di descrizione, e inviare tutto a bumbumx00@gmail.com

Ovviamente non è richiesto volto o dare un nome, basta un nick, basta un dettaglio.

E per questa volta… Tocca a me!

Che descrizione potrei fare? La Vik-erotica è estremamente simile alla Vik-quotidiana. Una persona che non ha mai vissuto l’eros e il sesso in maniera negativa, e così… Mi piace spiazzare, a volte irritare, sicuramente provocare, che sia per un brivido di egocentrismo o solo divertimento nel vedere le reazioni altrui. O anche, perché se per me il sesso è qualcosa di normale, non può non fare parte del mio quotidiano.

E come mostra il quotidiano uno specchio?  Cosa può dire di interessante? Lì il problema di uno scatto. Ma dopo infinite insistenze di Bumbum, e pure di altri, ho riflettuto e trovato un’idea. Se piace sorprendere, quale periodo, se non quello natalizio, per fare una sorpresa?

Auguri!