image

Signore e Signori Eccoci ad un’altra serata…  si serata.

Perché dico questo?

Perché in questo caso non abbiamo una canzone vera e propria, ma un sottofondo chill-out che normalmente dovrebbe fare da accompagnamento al rilassamento, alla quiete della sera, a quel abbandono che ci riporta a contatto con noi stessi, con la nostra natura primordiale: nessun pensiero sociale, niente angustie, solo il bisogno primario da soddisfare.

Il cortometraggio erotico sperimentale, diretto dal fotografo e regista David Le Meur, trasforma in frame le note de La Marche Du Monde di Simon Grivot, Marc Senet e Eric Zemob, prima traccia che dà il titolo all’omonimo album delle edizioni MATICO.

Mi è piaciuto particolarmente per le sensazioni che mi ha trasmesso: il senso di abbandono, di naturale, di inevitabile… di quello che VERAMENTE dovrebbe far girare il mondo.

Ma purtroppo il Giardino dell’Eden ormai è perduto.

Solo la fantasia può permetterci di raggiungerlo, nessuna possibilità di tornare.

Ma alle volte… se sei fortunato… puoi trovare qualcuno che ha quella capacità impagabile di fartelo toccare con un dito…

È quindi ecco a Voi: La Marche Du Monde!

image

GUARDA IL VIDEO