Il primo “Mai più!”

di Alba6990

Ben trovati ad un nuovo episodio di “Le nostre prime volte”, la rubrica che mette a nudo le nostre prime esperienze in campo sessuale!

È stato abbastanza difficile decretare il vincitore dell’ultima puntata. Ero molto indecisa tra Viktorie, Blubear e passionenascosta.

Alla fine ho puntato il dito su Viktorie per la seconda volta! Il suo racconto è stato parecchio dettagliato e…diciamocelo…i vicini che assistono dalla finestra ad un orgasmo in diretta, quasi completamente ignari, è stato uno spettacolo!

Nel mio cuore avete vinto tutti e tre (carabinieri per Blu e quell’uomo di mondo del pescatore di passionenascosta…chapeau!)

Viktorie ha deciso il tema di questa puntata, in quanto vincitrice: la prima volta che abbiamo pensato “mai più”!

Vi spiego subito: avete mai avuto una fantasia particolare che avreste tanto voluto realizzare e magicamente siete riusciti a trasformare il vostro sogno in realtà? Non vi è mai capitato che quell’esperienza risultasse in qualche modo imbarazzante, fastidiosa o negativa una volta sperimentata? E non vi è mai capitato di dire “Okkei, non farò mai più una cosa del genere!”?

Ecco di cosa stiamo parlando.

Ci ho dovuto riflettere abbastanza su questa mia prima volta, perché seriamente non riuscivo a ricordarla.

Poi sono salita a bordo della mia macchina e ho capito: io ho sempre avuto la fissa di fare sesso in macchina.

Per anni sentivo parlare di persone che avevano vissuto questa esperienza, parlandone come di una cosa estremamente eccitante, con il brivido di essere scoperti. Così, dentro di me, si è sviluppata questa voglia.

Finalmente, dopo anni di pensieri perversi sul sesso in macchina (il massimo veicolo che il mio lui di turno aveva potuto avere era il motorino), mi capita l’occasione perfetta!

Io e il mio ragazzo ci dirigiamo in un vicolo un pochino isolato e cominciamo dei veri e proprio preliminari. Eravamo super mega ultra eccitati e decidiamo di battezzare la macchina.

UNA SCOMODITÀ INCREDIBILE! A lui è quasi venuto il colpo della strega, io ho fatto pose contorsioniste e incastrato i piedi sotto i sedili, con il risultato di sentire un sonoro *CRACK* in non so quale parte del corpo! E poi faceva un caldo bestiale, eravamo sudatissimi!

Ed è stato lì che io e il mio ragazzo ci siamo detti: “Porca troia! Mai più sesso in macchina! Ma come cazzo ci è venuto in mente! La prossima volta direttamente sul cofano!”

E voi? Com’è stato il vostro primo “Mai più?”? Scrivete qui sotto le vostre esperienze e io decreterò il vincitore della puntata tra 12 giorni!

Share this Post

33 Comments

  1. Stavolta devi dare un “Passo” perché proprio non ho un “mai più”, che io ricordi.
    Cucciola, ma davvero ti sei incriccata in macchina??!!!
    Ma cos’era, la Bianchina di Fantozzi? XD
    Non ho mai avuto problemi neanche in una vecchia FIAT 226.

    1. Un Jimny Suzuki comodo quanto una gabbia medievale ahahah

      1. Se vuoi ho una Polo, e ti assicuro che è più comoda di quel che sembra <3
        Se vai indietro con il sedile, altrimenti succede che ti scopi la leva del cambio. Che può essere anche interessante come cosa…

        1. Non quando la leva del cambio quasi t’incula 😅

          1. Anche lì dipende… 😛

    2. Davvero non hai fatto niente della serie “mi sono trombato la vicina di casa ma suo marito dopo dieci anni ancora mi sputa sulla porta di casa… E lei pure usava i denti! Mai più!”?
      Una sorta di “il gioco non è valsa la candela”.

      1. Esperienza singolare da prendere come esempio🤔😂
        Vik, hai qualcosa da raccontarci? 🙂

        1. In realtà mi rendo conto di essermi fottuta da sola (il che non sarebbe inedito, in più sensi).
          Opto per la serietà ed onestà totale con l’esperienza che proprio mi suscita ancora oggi un “oddio mai più”, oppure pesco dal triste bacino qualcos’altro? XD

          Sob

          1. Prendi la cosa più memorabile ahahah

  2. Sono arrivato dietro a Viktorie? Posto meraviglioso!!
    (risata triviale da accompagnamento a doppio senso scadentissimo).

    Mai più sul tappeto sintetico. Le ustioni sulle ginocchia durano MESI..

    1. Ahhhhhh😫🤯fastidio!!! Chissà che pizzicore e bruciore!!!

    2. Pensa se avessi scritto “vengo dietro a Viktorie”!

      1. Quello sarebbe stato interessante 😉 ahahah

      2. Grazie, non penserò ad altro per tutta la giornata.
        Grazie mille davvero.

        1. Beh posso dirti che almeno di sicuro siete in due. XD
          (O di più, questo non so, non sono così egocentrica da dire che ci sono molte persone che in questo giorno pensano al mio culo)

          1. parlavi di me Vik? XD

        2. Ma devi anche dirci il tuo “mai più”! 😀

  3. il mio non è un vero e proprio “mai più” ma al momento mi viene in mente questo:
    da anni, come molti uomini, ero incuriosito dallo squirting, chiedendomi come sarebbe fare sesso con una ragazza che squirta…
    Poi, quasi casualmente, inizio a frequentare una ragazza che squirta e ovviamente le prime volte è stato molto bello ed eccitante, anche se pensavo meglio… Poi peròil problema è che, quando sta per venire, lei era completamente passiva, concentrata sul forte orgasmo che stava avendo e praticamente non partecipando a quel che si faceva, in più molte volte capitava che una volta finito, si cambiava il lenzuolo del letto (completamente fradicio), poi ci dicevamo di dormire ma si riaccendeva la passione, cambio lenzuolo e di nuovo sesso e così via fino a quando le lenzuola erano finite e ci toccava dormire sul materasso…
    E in quei momenti pensavo: spero che nessuna delle prossime donne che avrò squirti, perchè è davvero complicato XD

    1. Ahahahahah eh BumBum, questi sono i problemi della vita! Spendi un patrimonio per i detersivi della lavatrice😂

      1. Sì ma più che altro, prova a dormire direttamente sul materasso, senza lenzuola per una notte 🙁

        1. Se fosse inverno, la situazione sarebbe abbastanza scomoda!

          1. Non stavamo insieme, ma diciamo che abbiamo fatto sesso per 2 o 3 mesi… e indovina quali? XD ovviamente da ottobre in poi…
            se ricordo bene avevamo smesso perchè avevo pensato: eh no gennaio e febbraio non li reggo così XD

  4. Ah l’hai “lasciata” con questa scusa?!😂😂😂

    1. Ovvio XD
      no scherzo, abbiamo deciso di smettere di farlo per altri motivi… anche se non abbiamo smesso di essere amici

  5. Umh… Dopo un certo rimuginare, rendendomi conto che pensando alla domanda della puntata non ho pensato a che risposta avrei dato -che persona seria, disinteressata- ecco qui. Non è una storia così divertente… Oddio forse un po’ si XD

    Ho un rapporto conflittuale con il mio compleanno, ma quando ne feci 18 la cosa non sfuggì a tutti i miei amici e conoscenti, anche perché alcuni di loro compivano la stessa età in periodo simile.
    Perciò approfittando della maggiore età da raggiungere noi, già raggiunta e superata da altri, il festeggiamento collettivo prese la forma di una serata alcoolica devastante.
    Occasione+umore non ottimo mio+litri di alcool+gente= il più sobrio voleva dare birra al ficus. O limonarlo, non so.

    Io ero totalmente stonata, ed essendo una fanciulla morigerata e pura, praticamente finii a fottermi, e farmi fottere, da un numero imprecisato di persone.
    Ambosessi. Della serie che se dico “conosco bene quei tre” parlando di tre fratelli miei coetanei, il senso è quello.
    Ho ricordi precisi anche se frammentati di tutta la sera e la nottata.
    Tipo aprire la porta della stanza urlando “c’è ancora qualcuno che vuole scopare?” Che neanche il panettiere.
    Serata finita poi arrivando a casa alle sette di mattina più o meno strisciando raso ai muri. Di faccia. XD

    Ma ecco che appena entrata in casa mi trovo ambo i miei genitori davanti, non preoccupati per l’ora -eravamo d’accordo avrei dormito fuori- quanto per il fatto che il mio stato psicofisico era chiaramente devastato.
    Nervosa per cercare di dare spiegazioni sensate, non riuscendo a darle, finii con il piegarmi e rimettere ogni genere di cosa assunta durante la nottata.
    Qui, scusate il dettaglio, intendo pizza+liquami+cose incomprensibili+felicità maschile abbondantemente ingoiata da X soggetti+non so sinceramente, sembravano carote ma non ricordo carote in serata.

    E prima che mia madre mi tirasse un ceffone da farmi diventare bionda, e un altro da tornare scura, ho pensato “promesso mai più”! XD

    P.s. Non sempre mantengo le promesse.

    1. P.p.s. Riferisco per onestà con la stessa domanda proposta da me, ma la cosa non è nei miei ricordi più lieti, e declino ogni eventuale premio come vincitrice.
      La mia stupidità non va premiata 😀

    2. 😳😳😳una notte da leoni proprio! Ahahah io non avrei mai potuto fare il “C’è qualcun altro che vuole scopare?”, perché qua, appena ho perso la verginità con un ragazzo che mi piaceva a 14 anni, mi hanno additata come “Troia” che manco con gli appestati di AIDS quando l’hanno scoperta ahahah (poi fa niente se ero l’unica a non fare a gara a chi faceva più pompini in una serata in discoteca, la coerenza non fa parte del vocabolario della mia zona)
      E invece l’alcool al mio 18esimo…madonna mia!!! Ero talmente ubriaca che mi sono fatta scopare sulla spiaggia davanti al marocchino che faceva il guardiano della spiaggia!😂

      1. Non credere che non sia successo anche a me. Solo che avendo questa psiche facilmente disinteressata a qualunque cosa (pure me stessa) se mi si additava dandomi della troia succedeva una cosa tipo “Vik ti guarda e dice ‘e quindi?’.”
        Proprio il disinteresse totale. Le scrivi sul banco a evidenziatore ” *cognome mio* troia russa”, e Vik controlla sia asciutto l’inchiostro perché poi sporca i libri.
        Proprio fregacazzi. L’unica volta che ho reagito ero finita buttata a terra da una compagna (accuse di aver fottuto il tizio che le piaceva. E non aveva un cartellino, che ne sapevo!) e lì non mi ha tenuto nessuno. Montante al mento e KO tecnico, fine incontro al primo round.

        Sinceramente, forse per fortuna e caso, le opinioni sul mio essere troia, gli insulti, venivano tutti da persone delle quali non mi importava alcunché. Quindi per me la TiziaCaia che diceva in giro ogni turperia alle sue amiche era un rumore fastidioso.

        È successo di starci male, ma di solito quando la cosa finiva a inficiare i miei rapporti con altri di cui mi fotteva qualcosa.

        1. A me all’inizio non fregava niente, se non per il fatto che tutti sapevano i cazzi miei dal tizio che mi ero scopata e la cosa mi dava anche abbastanza fastidio (che tutti sapevano che avevo perso tot litri di sangue e che avessi la figa fatta in quella maniera…fallo raccontare a me questo annedoto😂).
          Ma la cosa su cui proprio non ci ho visto e che veramente mi ha fatta incazzare è stata quando ho scoperto che quella che doveva essere la mia migliore amica era la prima a sparlare in giro della vagina della sottoscritta (con anche fatti non veri, quindi…).
          Non era tanto perché mi davano della “troia succhiacazzi” in giro, era per il rispetto zero che hanno avuto nei miei confronti quella stronza bugiarda e quel pezzo di merda montato. Poi il fatto che tutti mi additassero facilmente come puttanone (che a quell’età era proprio la cosa più lontana dalla verità, visto che io ho fatto TUTTO in una volta a 14 anni, primo bacio compreso) è stato un altro “peso” in più all’incazzatura che già avevo.

          1. A volte sono felice di avere una mente malata per cui quando qualcuno mi fa incazzare sostanzialmente lo riclassifico assieme a piccioni e altri animali dei quali non mi frega un cazzo, nel giro di quattro nanosecondi.
            Passo veloce dal “ciao” al “chi saresti, scusa?”

            Ma proprio guarda, per me possono anche dire che ho la vagina con i tentacoli, al massimo direi “e non sai che cosa non si riesce a fare!” Con aria ammiccante. Sarà che ne ho vissute un po’ ben più gravi di qualche puttanella che pensa di rovinarmi l’umore con le sue storie. XD

  6. Certo, hai ragione 🙂 anche io elimino le persone quando mi fanno torti marci, tolgo loro il saluto ahahah ma quella volta era stata la mia “migliore” amica, insieme a quello che mi ero scopata…mi sono sentita proprio tradita e schifata…poi certo, alla fine sono cagate, viste adesso…ma all’epoca, a 14 anni, la vita era un dramma ahahahah

    1. Lo so, lo vedo con mia sorella… Anzi, in realtà mi incazzo di più per le storture che capitano a lei che a me. Purtroppo lei rimane spiazzata molto facilmente, e quindi è la vittima facile di ogni stronzetta.
      Purtroppo pare che non sia utile da parte mia prendere a calci in culo delle adolescenti, perché c’è gente che capisce solo i ceffoni.
      Compreso quel suo compagno di classe che la tediava per riuscire ad avere il mio numero, ma ciccino, io ti smonto a letto e vado pure in galera, smettila di rompere il cazzo a mia sorella che ci va in ansia, altrimenti il pene te lo prendo in mano ma te lo stacco <3

      1. L’immagine del pene staccato a mani nude, mi fa venire in mente uno dei “superiori” (non mi ricordo che ruolo rivestisse, accontentati!) ai tempi del militare di mio padre, quando era Caporal Maggiore: “Recluta **** se mi fai ancora girare i coglioni, prima ti prendo a schiaffi fino a farti girare come le pale di un elicottero, poi ti strappo le palle e ne lancio una allo spaccio e un’altra in porta centrale!!” Ahahahah

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*
*