Dal diario di Carol

I tempi della scrittura! I miei, in particolare. Ebbene sì, troppo spesso vanno lunghi. Ma perché?

Facciamo un passo indietro. Molti di voi lo sanno già: sono una Scrittrice Erotica Privata…

image

[Photo credit]

…che vuol dire che i lettori (voi) mi commissionano dei racconti, la realizzazione di loro fantasie, di qualsiasi tipo, e io li scrivo apposta per loro. Soltanto per loro, privatissimi.

Un servizio di un lusso sfrenato, lasciatemelo dire. Nemmeno gente che viaggia in Bentley e beve Champagne a colazione, ha una scrittrice erotica privata al proprio servizio. E invece molti di voi ce l’hanno, al costo di una pizza (libera donazione tramite Buono Regalo anonimo).

Ecco, fin qui i termini del servizio – così intanto vi ho fatto anche un bel ripassone. Ma veniamo ai fatti.

Da quando ho lanciato questo servizio, ha avuto un successo oltre le mie aspettative. Ho ricevuto e ricevo davvero tante richieste (tante per una che non lo fa a tempo pieno, almeno), e le accetto tutte con piacere. Molti di voi sono  ormai degli aficionados, e io quasi una loro “dipendente fissa”. Il che mi piace molto: mi dà molta soddisfazione soddisfare le vostre voglie, lo dico chiaro e tondo. E giocare per voi con le vostre fantasie, e prestare servizi(etti) nelle vostre menti erotiche.

Il problema, come dicevo all’inizio, sono i tempi. I tempi della scrittura.

Vi confesso, quando ho lanciato il servizio, più di un anno fa, pensavo che avrei scritto molto in fretta: non ci penso su a lungo, pensavo, scrivo quel che chiedono, in automatico, e produco pagine su pagine.

Quasi subito però mi sono accorta che non funzionava così. La scrittura privata è un servizio sartoriale: richiede di capire bene ciò che il cliente vuole, e poi calarti nei suoi panni, nella sua mente. Per ciascun cliente cambio stile di scrittura, temi, ambientazioni, dettagli.

E soprattutto, non ce la faccio a consegnare un prodotto fatto di fretta. Voglio, anzi sento proprio il bisogno, che il mio cliente sia pienamente soddisfatto. Che il prodotto che gli consegno sia fatto con la massima cura e attenzione da parte mia.

Insomma, sono una cavolo di perfezionista.

Poi, c’è un ultimo problema. Dove scrivete voi? Dove vi mettete a scrivere racconti erotici? Io ho bisogno delle giuste situazioni. La migliore è in camera mia, di notte, in déshabillé. Nessun disturbo, nessuna interruzione, nessuna distrazione: mi calo nel racconto e lo vivo proprio. Con tutto il corpo (ehm).

Certo, a volte scrivo anche in treno, o persino al bar. Ma solo per piccole parti del racconto. Il grosso richiede tempo di qualità – e quello, ahimé, scarseggia.

Morale della favola? Beh, non c’è una morale. Questo è il mio diario, no? Scrivo i miei problemi, non le soluzioni, se no sarebbe troppo facile 🙂

Però fare la Scrittrice Erotica Privata mi piace, mi piace moltissimo. E credo non smetterò mai.

Ora vado a scrivere, che sono in ritardo con altre due consegne 😛

Carol

Share this Post

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*
*