di BumBum

PREMESSA: Questo racconto è nato da una richiesta fatta da Neshua tramite il servizio Racconti Privati di Venere e il Sole

Capitolo 4

La giornata proseguì tra relax al sole e
bagni in acqua e quando decisero di fare ritorno all’agriturismo le
ragazze chiesero di dividere le macchinate fra uomini e donne e così i
ragazzi, accettarono, chiedendosi cosa mai avessero avuto da tramare le
loro compagne, ma conoscendole difficilmente avrebbero scoperto
qualcosa, visto che erano state molto misteriose nello spiegare il
motivo di questa decisione e in più, arrivarono in ritardo per la cena,
dicendo di aver fatto una piccola sosta nel paese vicino.

Finito
di mangiare i ragazzi iniziarono a fare proposte su come trascorrere
l’ultima serata insieme, ma vennero informati dalle fidanzate che
avevano già deciso tutto loro e che la serata si sarebbe svolta in
camera e così, iniziarono a fare ipotesi su cosa avessero in mente
quelle 3, che, giorno dopo giorno, erano sempre più complici.

E
così eccoli in camera, pronti a iniziare la serata, con i maschietti
curiosi e ansiosi di sapere e le ragazze sorridenti e divertite per
quello che stava per accadere.
Senza perdere
tempo le donne preparano 3 sedie in fondo al letto per i loro fidanzati,
invitandoli a mettersi seduti e poi, ognuna si dedica al proprio
compagno, con baci sul cullo e carezze, sfilando loro lentamente ogni
indumento, fino a farli restare completamente nudi.
Quando
provavano a fare domande venivano zittiti, quindi capirono che dovevano
subire quella situazione, che tutto sommato non sembrava così
sgradevole, anche se, poco dopo, le ragazze passarono alle loro spalle e
ognuno dei tre fu ammanettato e di fatto si ritrovarono nudi e con le
mani bloccate dietro alla schiena.

Nella
loro mente, i ragazzi, iniziavano a pensare che avrebbero assistito a
un piccolo show delle loro fidanzate, quello che non sapevano era che le
mani non erano l’unica parte del corpo che avevano intenzione di
bloccargli, infatti dopo essere sparite un attimo, eccole tornare,
ognuna con uno strano oggetto in mano e dopo essersi inginocchiate
davanti a loro, i ragazzi che capirono di cosa si trattava: una
gabbietta, che avvolgeva i testicoli e bloccava i loro peni, impedendo
loro di avere una erezione.

Ovviamente
 provarono a ribellarsi ma ormai eccoli bloccati e così capirono anche
che il ritardo a cena era dovuto ad una sosta ad un sexy shop, nel quale
avevano fatto spesa e ora erano nuovamente soli, a guardarsi stupiti,
anche se c’era ancora ottimismo in loro per il proseguo di quella serata
che probabilmente, sarebbe stata difficile da dimenticare.

Questa volta le ragazze rimasero in bagno per più tempo, ma quando aprirono la porta erano più sexy che mai:
Fosca
indossava una camicia da notte retata, con maglie abbastanza larghe da
far spuntare i proprio capezzoli, già induriti, un perizoma nero ma
trasparente nella parte davanti e reggicalze con scarpe con un tacco 12
che la slanciava ancora di più.
Camilla
invece aveva un reggiseno a balconcino che risaltava le sue tette, con
una camicetta in raso, ovviamente sbottonata per metà, che accentuavano
una scollatura davvero eccitante, una coulotte molto sexy e ai piedi un
saldalo con tacco.

Giorgia
infine, si presentò con una canottiera trasparente e un perizoma, aperto
sul davanti, con la propria fica quindi già in bella mostra e anche lei
con reggicalze e tacchi.

E
se non bastasse la loro vista a fare eccitare i ragazzi, decisero di
aumentare la temperatura, sedendosi ognuna sul proprio fidanzato a gambe
aperte, dando loro un bacio appassionato, carezze e alcune leccate su
collo e petto, strusciandosi quasi sulle gabbiette, che stavano
impedendo una naturale erezione, lasciando in uno stato di sofferenza
gli uomini.

Poi però, come se
stessero recitando un copione si staccarono e salirono sul letto,
iniziando a scambiarsi sguardi complici, le prime carezze e poi a turno
una di loro restò al centro, con le altre due che la spogliavano
lentamente, fino a quando furono completamente nude ed eccitate,
fissando i propri fidanzati che avevano davanti agli occhi uno
spettacolo eccitantissimo, ma stavano vivendo una vera e propria
tortura…

Camilla
a quel punto prense Fosca per i capelli e iniziò a baciarla eccitata,
le lingue delle ragazze si leccano avidamente e poi fu il turno di
Giorgia, che prima limonò con Camilla e poi con Fosca e dopo lunghi
minuti di caldi baci anche a tre, si fermano, con i respiri lenti ed
affannati e guardano i loro ragazzi, che le imploravano di essere
liberati da quelle gabbiette e dalle manette per poter partecipare.

Le
ragazze dissero di essere eccitatissime e di voler godere, e che
potrebbero farlo da sole, ma, nel caso volessero partecipare anche loro,
avrebbero dovuto accettare le condizioni che gli sarebbero state
imposte.
I ragazzi sapevano che poteva voler
dire accettare condizioni molto alte, ma senza esitare accettarono, con
l’unico desiderio di poter partecipare e godere con loro.

La
prima fu Camilla, che fece promettere a Francesco di non pregarla e non
provare più a insistere con la richiesta di un rapporto anale, perchè
la blocca sempre, siccome le spiace negargli quel piacere, ma non riesce
a superare questo ostacolo e in ogni rapporto che lui le fa questa
richiesta, rovina l’atmosfera del momento.
Ovviamente
Francesco promise che non lo avrebbe più chiesto e la ragazza gli
promise a propria volta che se un giorno si sentirà di provarci sarebbe
stata lei a proporglielo.
Fu il turno di
Giorgia, che però preferì sussurrare all’orecchio di Paolo la sua
richiesta e da quel che capirono gli altri, si trattava un desiderio di
lei, che lui si decise a promettere che avrebbe realizzato, anche se
nessuno osa chiedere ulteriori particolari, avendo altro in mente in
quell’istante.
Fosca invece, si mise in piedi
davanti al suo fidanzato, col le proprie gambe all’esterno di quelle di
Claudio, lo fissò, con una mano si accarezzò la fica, poi gli sorrise
dicendo:
– Potrei decidere di farlo senza il tuo permesso… ma prima voglio il tuo sì –
Lui rise, capendo a cosa si riferisse lei e dopo un respiro profondo le disse:
– Ok… dopo anni che vuoi farlo, è giunto il momento… Che inizi il pissing –
E
in effetti era una cosa che a lei incuriosiva, ma più che altro si era
intestardita siccome lui non voleva assolutamente farlo, o meglio
riceverlo, ma ora l’accordo era che avrebbero accettato qualsiasi cosa e
lei così decise di approfittarne e rimanendo in quella posizione,
invitò il ragazzo a scivolare verso il basso sulla sedia, in modo da
avere, sotto di lei, il suo petto e iniziò a fare pipì, facendo cadere
sul ragazzo il suo liquido caldo, che arrivava con un getto forte,
mentre Claudio, che inizialmente quasi stava chiudendo gli occhi, si
trovò ad osservare la vagina di lei ed esattamente il punto da dove
usciva il getto e incredibilmente trovava la situazione molto eccitante,
sentendo sul petto e scivolare verso le gambe la pipì, calda e che
quasi gli faceva venire dei brividi, mentre lei, lo fissava e vedendolo
eccitato, si scaldava ancora di più, essendo già presa dalla situazione e
dal fatto, di realizzare un desiderio, che covava da tempo e che lui,
le aveva sempre impedito…

La
scena era eccitante anche per le altre due coppie e la situazione ormai
era fuori controllo, ma le ragazze avevano un piano ben preciso e così,
non vollero farsi sfuggire la situazione di mano e così, dopo aver
pulito il corpo di Claudio, ecco che Fosca prende di nuovo la parola e
spiega ai ragazzi che a quel punto sarebbe iniziato un gioco e che, uno
di loro, sarebbe stato bendato e avrebbe un pompino da una ragazza e che
avrebbe dovuto indovinare quali sarebbero le labbra a dargli piacere.

I
ragazzi restarono perplessi, perché l’ipotesi era che uno di loro
avrebbe potuto ricevere del sesso orale dalla fidanzata di un amico, e
la perplessità fu sul fatto che fossero state loro a proporlo, ma se
Paolo sembrava il meno turbato e anche Claudio era più abituato a
trasgressioni con la sua ragazza, l’opera di convincimento maggiore, le
ragazze, dovettero farla su Francesco, che alla fine cedette
rassegnandosi.

Ovviamente, come
prima cosa, le ragazze li liberarono dalla gabbietta che aveva bloccato
le loro erezioni nei minuti precedenti e subito dopo tutti e tre,
furono bendati.

Poco dopo, sia
Paolo che Francesco furono liberati, non solo dalla benda, ma anche
dalle manette, ma invitati a fare silenzio, per non far accorgere a
Claudio che era il prescelto per il pompino, ma entrambi non avrebbero
mai immaginato chi avrebbe dovuto farlo.
Infatti
Giorgia prese da parte Paolo e gli sussurrò che sarebbe stato lui a
farlo, visto che ha sempre desiderato provarne l’effetto e così,
invitandolo a stare attendo a non scontrarlo con la barba, per non farsi
scoprire subito, lo avvicinò all’amico, con Fosca che gli strizzò
l’occhio dandogli la propria approvazione e Francesco sollevato dal
fatto che la sua fidanzata non avrebbe avuto contatti con uno dei suoi
amici.

Paolo
si abbassò e aveva davanti il cazzo del suo amico, che stava riprendendo
al forma naturale, dopo esser stato bloccato a lungo, avvicinò la bocca
e con la lingua lo sfiorò timidamente, poi di nuovo e iniziò a
leccarlo…
La sensazione era del tutto nuova
per lui, anche se spesso nella sua testa l’aveva immaginata e finalmente
pòteva scoprire le sensazioni e le emozioni che si hanno nel fare un
pompino ad un uomo…
Guardava quel cazzo
prendere forma e pian piano irrigidirsi, lo baciava e lo leccava
nuovamente, mentre Claudio diceva che sicuramente non era Fosca tra le
sue gambe e la sua ragazza gli confessò che in effetti non era lei, che
si trova alle sue spalle ed iniziò a leccargli il collo e l’orecchio,
chiedendogli se la situazione lo stesse eccitando e se lo facesse godere
avere la bocca di un’altra donna a succhiargli il cazzo…
Lui
ammise di essere eccitato, dicendo che quella lingua la sentiva  timida
al momento, ma molto efficace e in quell’istante  Paolo catturava la
cappella con la bocca e iniziava lentamente a succhiare , sentendola
aumentare tra le proprie labbra. Al suo fianco Giorgia lo accarezzava,
mentre stava succhiando il cazzo del suo amico e improvvisamente si
spostò andando alle sue spalle e mentre lui era piegato a 90 lei gli
allargò le natiche iniziando a leccargli il buchetto dietro, mentre lui,
eccitato, iniziò a leccare la cappella con più foga.
Il
cazzo di Claudio era sempre più duro e, tra le parole e le leccatine
della fidanzata alle spalle e quella bocca che si stava prendendo cura
delle sue parti intime, aumenta del tutto con l’amico che si staccò un
attimo, come per ammirarlo e poi proseguire a leccare e succhiare le
palle, giocandoci con la lingua e risalire fino alla cappella
lentamente, immaginando cosa amerebbe che una donna facesse a lui..
Claudio
a quel punto sospirava ammettendo che quella lingua era diventata meno
timida e lo stava facendo impazzire e così Paolo, eccitato dai
complimenti e dalla lingua di Giorgia che stava penetrando il suo culo,
prese la cappella tra le labbra e iniziò a succhiare, spingendo in
avanti per cercare di catturarne più possibile ed arrivando ad averlo
quasi tutto in bocca…

Finalmente
sentiva la bocca piena, l’odore di un cazzo, la sensazione di sentire
come può riempire e soffocare, e tutto questo lo rendeva così eccitato
che sarebbe potuto  venire con solo questo pensieri, e a stuzzicare il
suo di cazzo ci stava pensando Alessia che, mentre continuava con la sua
lingua a stuzzicarlo con una mano lo stava accarezzando lentamente.

Mentre
Camilla e Francesco al momento erano spettatori di quello che stava
accadendo, la scena proseguiva con il livello di piacere che aumentava
sempre più, fino a quando Fosca chiese al fidanzato se finalmente
volesse vedere chi lo stava facendo godere così.
Ovviamente
lui disse di sì e lei improvvisamente gli tolse la benda e così Claudio
vide che quella bocca e quella lingua che gli avevano fatto diventare
il cazzo duro e lo stavano facendo impazzire erano di Paolo, che
improvvisamente si bloccò ed entrambi si fissano…

Giorgia
lo incitò a non smettere, a succhiarlo ancora e mentre lo diceva
infilava un dito nel culo del fidanzato che ansimava eccitato e sbatté
sulla cappella dell’amico con bocca mentre Fosca sussurrava a Claudio:
– Ti stava facendo godere vero? Chiedigli di scopartelo ancora amore…-

Claudio
restò interdetto ma la sua voglia era tanta e così, quasi balbettando
gli disse di continuare, prima di essere avvolto in un bacio dalla
fidanzata e così Paolo prese coraggio e riprese a succhiarlo, eccitato
maggiormente dalla fidanzata che ora lo stava penetrando con due dita.

Camilla
intanto stava accarezzando e baciando Francesco e gli stava facendo
notare come fosse aperto il culo dell’amico, lui annuì e continuò a
baciare la ragazza che lo vide preso dalla situazione e gli disse:

– Ti piacerebbe infilarlo in un buchetto così stretto amore?-
Lui
perplesso la guarda, dicendo di aver appena promesso di non chiederle
più nulla al riguardo, ma lei rise e prendendogli il cazzo in mano
aggiunse:

– E chi ha detto che
parlavo del mio… E no.. non pensarci nemmeno, tu non vuoi che io tocchi
un altro uomo e lo stesso vale per te… ma il tuo amichetto sembra
abbastanza aperto e.. se ricordo bene oltre a volerne uno in bocca ne
voleva uno proprio lì… –

Francesco
restò immobile…e subito, scosso, disse di non volerci nemmeno pensare,
ma lei lo baciò, lo accarezzò e iniziò a fargli capire che finalmente
poteva realizzare il suo sogno e così, in quella serata strana, che
stava prendendo una piega così trasgressiva, cedette sorridendole e
facendole capire che voleva farlo.

In
quel momento Paolo stava succhiando con foga il cazzo dell’amico,
quando Camilla fece capire alle amiche che era giunto il momento di
cambiare scena e così, Giorgia, prese il fidanzato, lo staccò da quel
cazzo e quasi brutalmente gli disse:

– Quanto stai godendo amore? Quanto ti eccita tutto questo? Ti fidi di me ora? –
Lui
come in trans assecondò ogni sua decisione e la ragazza lo fece girare
verso il letto, facendogli appoggiare le mani e mettendolo praticamente a
90 gradi, leccando ancora il culo e poi si girò da Francesco
dicendogli:
– E’ tutto tuo –
Camilla
intano stava succhiando il cazzo del ragazzo per farlo aumentare e poi
lo avvicinò, incitandolo ad iniziare a penetrare l’amico, lui si
avvicinò, mentre Giorgia stava spiegando a Paolo di rilassarsi e fare
respiri profondi e che, dopo aver succhiato un cazzo, finalmente lo
avrebbe dentro il suo culo…
E così
improvvisamente sentì la cappella  su una natica e poi arrivare al
centro e lentamente farsi largo, le dimensioni di Francesco, non erano
come quelle di Claudio ma non sono certo le dita della fidanzata, alle
quali era abituato, però, quando l’amico spinse e iniziò a infilarlo
dentro, la sensazione era solo di piacere e così ansimò eccitato, mentre
alle spalle Camilla accarezzava Francesco che finalmente stava
penetrando un culo, anche se mai si sarebbe immaginato di sverginare il
suo amico.
Sentendolo godere prese coraggio e
affondò, sentendo il suo cazzo completamente avvolto e la cosa lo
eccitava tremendamente, così da iniziare a spingere dentro e fuori,
mentre Paolo godeva, sentendosi riempire e percependo il suo culo così
aperto.

La
scena proseguì, nel silenzio ma con sospiri di piacere e parole
sussurrate dalle due fidanzate dei protagonisti della scena, fino a
quando Giorgia si posizionò dal lato opposto del letto, frontale al suo
fidanzato, a gambe completamente aperte ed accarezzandosi la fica gli
disse:
– Amore stai godendo vero? Ti stanno
aprendo… E io? Con te impegnato così da chi mi faccio penetrare? Ci
vorrebbe un bel cazzo che mi sfondi, come hai sempre detto non credi? –
Davide
non credeva alle sue orecchie, si stava riferendo al suo desiderio di
vederla scopare da un cazzo più grosso del suo ed ovviamente, si
trattava di Claudio, ma in quel momento non era così sicuro di volerlo
davvero, ma quel cazzo che gli stava scopando il culo, il fatto che la
fidanzata aveva organizzato tutto quello per lui, gli impedirono di
opporsi e così, mentre Fosca spiegava a Claudio cosa doveva fare, lui
rimase lì a fissare la scena, della sua fidanzata che, prima si avvicinò
all’amica e dopo averla baciata gli chiese in prestito il suo uomo.

A
quel punto Giorgia tirò a sé Claudio, che guardò l’amico ottenendo un
assenso col viso e con il cazzo duro, causato proprio dal pompino di
Paolo, si apprestava a scopargli la fidanzata, mentre lui era inculato
dall’altro loro amico.
Una situazione che, mai avrebbero anche solo potuto immaginare, prima della vacanza.

Giorgia
era ovviamente eccitatissima e restava a gambe aperte, fino a quando
Claudio si avvicinò e senza accarezzarla o toccarla, come a non voler
esagerare, per rispetto dell’amico, iniziò a penetrarla, facendola
urlare di piacere, per la sensazione di quel cazzo enorme dentro di lei.
Ansimava
di piacere mentre lui affondava colpi sempre più decisi e lei lo
afferrò per le natiche, così sode grazie alla palestra, per sentire
ancora meglio quei 24 cm di carne che la stavano aprendo, grazie anche
alla notevole circonferenza di quel cazzo.
Fosca eccitata chiese alla ragazza che sensazioni provava e lei presa dalla situazione, senza remore urlò:
– Ohhh sììì è bellissimo, mi sta sfondando, amore guardami, guarda come mi apre –
Paolo
si limitava ad ansimare ancora più forte, geloso ma ancora più eccitato
di prima e con il cazzo enorme, che provava a toccarsi mentre era
penetrato da Francesco.


E noi due dovremmo fare solo da spettatrici?- disse improvvisamente
Camilla a Fosca, prendendola per la testa e sbattendole il viso sulle
sue tette.
Fosca non se lo fece ripetere e
iniziò a succhiarle e leccarle i capezzoli, continuando a dirle quanto
amasse quelle tette enormi e allungando una mano sulla fica pelosa
dell’amica, sentendo che era già bagnata.

Iniziarono
a baciarsi in modo coinvolgente e appassionato, tanto da attirare
l’attenzione degli altri, che pur continuando le loro attività le
fissavano, in modo particolare Francesco che vedendo la propria
fidanzata in quegli atteggiamenti si eccitò maggiormente e dopo aver
appoggiato le mani sui fianchi di Paolo lo scopava ancora più
brutalmente.
Paolo forse era l’unico meno
attirato dalla coppia di ragazze, che si posizionarono a 69, con Fosca
sopra, leccandosi avidamente le fiche e incitandosi a darsi piacere
reciproco. Paolo come detto, stava osservando il cazzo di Claudio che
stava entrando e uscendo dalla fica della sua fidanzata, la quale ormai,
ansimava sempre più forte.
I contatti tra i
due erano maggiori, con lei che lo accarezzava e lui che le leccava i
seni, fino a quando lei, dopo un urlo, causato da un affondo da parte
del palestrato, lo tirò per i capelli baciandolo in modo appassionato.
Paolo
si sentì scosso da quella scena, sembrava esserci più coinvolgimento di
quanto si aspettasse, con i due che ormai si limonavano e scopano senza
freni.

Il bacino di lei si
muove assecondando i colpi che riceveva e soprattutto, le mani della
ragazza accarezzavano Claudio e quindi  non erano sul clitoride, come
era solita fare per darsi piacere.

I
minuti seguenti sembrarono interminabili e sarebbero rimasti per sempre
nella mentre dei 6 protagonisti di quelle scene di sesso, che stavano
avvenendo in quella stanza di agriturismo
Le
due ragazze continuavano a godere con un 69 degno dei migliori film
porno, Francesco, ormai sfinito, apriva sempre di più il cazzo di Paolo,
il quale non levava gli occhi di dosso dalla fidanzata, che baciava e
incitava Claudio a sfondarla e sborrarle addosso.

Pur
essendo le ultime ad aver iniziato, le prime ad esplodere in un orgasmo
furono Camilla e Fosca, che si stavano dando piacere con bocche e dita e
quasi contemporaneamente urlarono il proprio piacere.
Quelle
urla e quella scena non lasciarono indifferente Francesco, che pochi
secondi dopo schizzò nel culo dell’amico, che ormai, mentre era
penetrato, si stava segando, eccitato dal vedere la propria fidanzata
sfondata in quel modo.
Passarono pochi
istanti e proprio Giorgia, esausta dai colpi di Claudio urlò di piacere,
senza bisogno di toccarsi da sola, e incitò il suo attuale amante a
sborrarle in faccia, cosa che fece senza farselo ripetere, dopo aver
estratto il proprio cazzo da quella fica ormai sfondata per riempirle il
viso del suo caldo seme.
Paolo ormai stava a
sua volta per schizzare e ad accorgersene fu Fosca che stendendosi
davanti a lui, lo incitò a fare la stessa cosa che, i rispettivi partner
stavano facendo e così il suo sperma finì nella bocca e nel viso della
fidanzata del suo amico, che aveva appena scopato la sua di fidanzata.
Ormai esausti tutti crollarono nel letto, non contente però, le
ragazze, decisero di pulirsi i visi, leccandosi e baciandosi, con
Camilla che partecipò a quell’operazione anche se era l’unica a non
avere dello sperma sulla faccia.
La scena era
terribilmente eccitante, ma i ragazzi non riuscirono ad avere una
immediata erezione, essendo appena venuti e soprattutto avendo vissuto
così tante ed eccitanti emozioni.

Su
quell’unico letto, finalmente le coppie si riformarono, anche se erano
tutti a contatto ed ora ogni fidanzato baciava la propria ragazza,
facendosi raccontare come era nata quella pazza idea di condurre quella
serata in quel modo, ma le risposte furono vaghe e l’unica certezza era
quella che era andato tutto alla perfezione e incredibilmente, ogni
desiderio, era stato realizzato, in una notte perfetta che,
probabilmente segnerà il loro futuro e sicuramente la loro vita sessuale
di coppia.
Anche se dirà solo il tempo quali
ripercussioni potrà avere su ognuno di loro, ripercussioni che
comunque, tutti e sei, sono certi che saranno positive e così, prima di
addormentarsi nudi ed abbracciati, iniziarono a pensare a quando
potrebbero ripetere una vacanza simile, sperando che di non dover far
passare altri 10 anni.